Virus Rinciari – Stavolta è Di Pietro Fazio Giuseppa
Condividi
FacebookTwitterWhatsAppGoogle+Yahoo BookmarksBlogger PostEmailCondividi

La tempesta era nell’aria. Già a metà Luglio dipietroshopping é stato segnalato su eBayabuse: come un virus si stava propagando dai siti di annunci ad  eBay.it, dove avrebbe fatto danni per molte migliaia di euro.

Ci sono caduti in tanti; il primo ad accorgersi di essere impigliato nella rete é stato mrdankos che, insospettito, ha fatto una ricerca e su ebayabuse ha trovato le tracce del suo ‘datore di lavoro’.

Ma gli adescamenti del truffatore erano iniziati già da tempo e, nella seconda metà di Luglio, le sue trappole erano stese su eBay nelle aste di almeno sei venditori: costa975, devilsiciliano, grande_stock_multifirme, pippino24, tecnofferte, touch.me-please.

Dopo aver messo in vendita per conto di dipietroshopping un Bimby ed un tv Sony, tecnofferte ha riflettuto e bloccato tutto senza far danni, invece grande_stock_multifirme e devilsiciliano hanno capito solo dopo le prime vendite di cellulari, xBox e fotocamere. Gli é costato parecchio ma hanno subito bloccato i pagamenti non ancora fatti e rimborsato di tasca propria gli acquirenti che avevano già pagato. Un danno aggiuntivo per grande_stock_multifirme (PowerSeller con 296 feedback) che, nonostante abbia dimostrato grande professionalità e ci abbia rimesso oltre 2000 euro, si ritrova due feed negativi da eddyandeddy**1691 e telepalla, evidentemente scontenti di non aver potuto perdere i loro soldi con dipietroshopping.
Sui duemila euro il disastro fatto da touch.me,please: tra il 5 ed il 21 Luglio ha fatto pagare a dipietroshopping cinque Asus EEE, due Acer Aspire, due Nokia 5800, un Samsung NC10, un Nokia N95, un HTC Magic, due HP 2133 ed un epilatore Braun. Una provvidenziale sospensione l’ha momentaneamente sottratta alle sue responsabilità. Pioneer CDJ200, Nokia N73 ed iPhod sono stati venduti da harloock, una Nikon Coolpix, una Canon Powershot, due Pioneer CDJ, una console Hercules ed una PlayStation da pippino24. Entrambi sospesi e dileguati. Di costa975 non é ancora quantificato il danno fatto ma certamente ha dirottato nelle tasche di dipietroshopping diverse migliaia di euro. La storia di questo PowerSeller con 308 feedback é piuttosto spigolosa ed appesantita da un curriculum commerciale e bancario sul quale facilmente si infrangeranno le richieste di risarcimento delle sue vittime. costa975 ha iniziato la sua collaborazione col truffatore il 19 Luglio, l’ha terminata nove giorni dopo con questa mail ai suoi acquirenti:
‘Si comunica che a partire dalla data del 27 luglio 2009 il sottoscritto proprietario dell’account costa975 non collabora più con la Di Pietro Shopping, per ogni tipo di informazione in merito ai pagamenti e spedizioni in sospeso siete pregati di contattare direttamente la sede della società Di Pietro Shopping, via Nazionale 343, 98131 Mili Marina (ME), Sig. Francesco 3455286963, Sig.ra Di Pietro 0909070958, mail dipietroshopping@hotmail.it Cordiali saluti’. 
 
E’ stato un idillio breve ma eccezionalmente intenso; in nove giorni costa975 ha inviato ottantacinque mail a dipietroshopping e ne ha ricevute altrettante; senza considerare i contatti telefonici.
Dal 19 al 27 Luglio ha pubblicato una cinquantina di aste per Bimby, Acer Aspire, Asus EeePC, Canon Powershot, Nikon Coolpix, netbook HP 2133, Samsung NCC10,trovando anche il tempo per scambiare feedback fasulli con l’account messineseshopping, registrato dal truffatore ed ancora attivo su eBay.it.  Mai avuto dubbi, costa975, sino alla fine. Il 25 Luglio scriveva a nuovacar:

‘Salve, i metodi di pagamento sono i seguenti: Bonifico Bancario Intestatario: Di Pietro Fazio Giuseppa IBAN: it71j0760116500000097297600 Banca: banco posta Postepay Intestatario: Di Pietro Fazio Giuseppa NRO 4023600560164024 Vaglia Veloce/Vaglia Normale Di Pietro Fazio Giuseppa Via Nazionale, 343 98131 Mili Marina ME Info 3455286963 Francesco’;  e il 27, alle 11:54 scrive a dipietroshopping:  
‘ciao francesco, scusami tanto ma ieri sera mi sono addormentato sul  divano e non ho fatto le inserzioni, in questi giorni le recuperiamo,  abbi pazienza mea culpa ma sono proprio crollato’.  

Quindi é tra il pomeriggio del 27 ed il 28 che si sarebbero incrinati i rapporti tra costa975 e dipietroshopping. Comunque non del tutto, visto che il Nostro si é deciso solo il 30 a presentare una denuncia contro Di Pietro Fazio Giuseppa, raccontando non poche balle agli stessi Carabinieri, non ultima quella che già il 24 avrebbe capito che si trattava di una truffa e tentato invano di sporgere denuncia. Per il momento, comunque, resta il fatto che, grazie a costa975, ingannati dai suoi feedback e credendo di acquistare netbook, robot da cucina e fotocamere, hanno inconsapevolmente riempito di euro le tasche di un truffatore almeno
andry985, appex77, boazzopa, concix, dvd7878, fralen28, fabry720, gipix, gianpy2006, ginestrachiari, hilary_the_best, khaosd, kigatotoio, labri67, mauro260371, madgerrio, mpap7390, marfil60, madgerrio, musicistasportivo, new.easy.shop, nuovacar, psantop, ralen28, ste_zo79, sinck_override, sim0785, sikom.fared e wjj0256.
Ai quali costa975 dovrà dare una risposta diversa dalla ridicola presa di distanza dal truffatore dipietroshopping. Altre risposte potrebbe trovarsi a darle, ipotizziamo, anche in sede penale. In conclusione che dire? La solita considerazione: eBay.it é il più grande sito di truffe online d’Europa, una piattaforma sulla quale un utente privato senza Partita IVA può mettere in vendita vagonate di merci hi-tech senza che nessuno batta ciglio. Una piattaforma sostanzialmente in mano ai truffatori con un management assente, controlli inesistenti. Perfino i Forum sono finiti in mano agli scammer. L’unica cosa che funziona su eBay.it sono la riscossione delle tariffe e la pubblicità.

Questa é la denuncia presentata da costa975 il 30 Luglio ai Carabinieri di None (clic x ingrandire):

 

denuncia_nardelli

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri Sconsigli via email? Clicca qui

eBayabuse è una iniziativa no-profit, senza pubblicità, senza sponsor. A causa dei continui attacchi DDoS siamo costretti ad utilizzare un hosting specializzato che ci costa 600 Dollari all'anno.
Se questo sito ti è stato utile e vuoi ritrovarlo online alla tua prossima visita, aiutaci con un contributo di anche pochi Euro. Puoi farlo con Paypal donando ciò che vuoi sulla email sostienieab@gmail.com con causale 'Sostegno eab'

Su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *