Truffa dippielle_it: qualcuno poteva salvarsi
Condividi
FacebookTwitterWhatsAppGoogle+Yahoo BookmarksBlogger PostEmailCondividi

L’ennesima megatruffa targata Lanciano si é oramai conclusa e tra qualche giorno, arrivati tutti i feedback (se nel frattempo il venditore non li rende privati), sarà possibile fare la conta dei danni.

Lanciano, come si sa, fa rima con Aramino e Di Paolo fa rima con Nicola Fresco, Luciano Bisbano, Giandomenico Larné, Alessandro Mastrangelo e Paolo Marchegiano, i burattini formalmente titolari delle truffe elettr_teresa, bilbet_it, matz_larné e dg_elettronica.

Il loro burattinaio é Maurizio Aramino, spregiudicato pregiudicato lancianese che, da almeno cinque anni, si prende beffe non solo degli utenti che truffa ma anche di Polizia e Carabinieri lancianesi e del locale Tribunale dal quale entra ed esce regolarmente indenne.

Fresco, Bilbano e Larnè hanno rimediato, in cambio della mancetta, qualche risibile condanna; Mastrangelo e Marchegiano, rinviati a giudizio dal Sostituto Procuratore Rosaria Vecchi, saranno giudicati in primavera ed anche stavolta c’é il rischio che, con l’estemporaneo risarcimento di una o due vittime, tutto finisca a tarallucci e vino in attesa della prossima.

Come nelle precedenti, anche nella truffa dippielle, eBay ha avuto un ruolo vergognoso, non solo per la totale mancanza di controlli preventivi ma anche perché, avvisata in tempo, ha permesso la continuazione delle vendite senza impedimenti, arrivando a cancellare immediatamente gli avvisi di pericolo che gli utenti hanno iniziato a postare già dal 13 Dicembre in Domande&Risposte.

Di questo comportamento eBay dovrà rendere conto in solido, perché, se quegli avvisi fossero stati lasciati al loro posto, almeno gli utenti truffati da dippielle dopo il 13 Dicembre, si sarebbero salvati:

 thread_13_1_1 thread_13_1_2 thread_13_1_3 thread_13_1_4

thread_19_1_1 thread_19_1_2 thread_19_1_3
E, censura a parte, bisognerà che il sedicente e  superdistrattissimo ‘Team investigativo’ di eBay spieghi come mai non ha tenuto conto di avvisi di truffa in corso pubblicati sulla loro stessa piattaforma. 

Facendo tesoro delle passate edizioni ed in previsione di eventuali inziative giudiziarie, abbiamo salvato i thread cancellati, le aste ed i feedback del venditore.

Chi ne ha bisogno può chiederceli. Alle vittime suggeriamo di seguire questi consigli e di leggere questo, questo,  questo,   questo  e questo [i link si riferivano a posizioni della vecchia versione del sito, ndr]

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri Sconsigli via email? Clicca qui

eBayabuse è una iniziativa no-profit, senza pubblicità, senza sponsor. A causa dei continui attacchi DDoS siamo costretti ad utilizzare un hosting specializzato che ci costa 600 Dollari all'anno.
Se questo sito ti è stato utile e vuoi ritrovarlo online alla tua prossima visita, aiutaci con un contributo di anche pochi Euro. Puoi farlo con Paypal donando ciò che vuoi sulla email sostienieab@gmail.com con causale 'Sostegno eab'

Su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *