Orlacchio&C, a Latina la Dea non è bendata ma proprio cecata
Condividi
FacebookTwitterWhatsAppGoogle+Yahoo BookmarksBlogger PostEmailCondividi

Ieri il Tribunale di Latina ha assolto dall’accusa di associazione a delinquere Luca ed Alessandro Giarratano e Sabrina Orlacchio e mandati liberi dall’accusa di truffa in quanto il reato è caduto in prescrizione avendo quella Procura impiegato ben dieci anni per arrivare a questo processo. Il famigerato trio doveva rispondere per una lunga serie di truffe fatte su eBay con l’account computerstore (per la verità c’erano anche sarettaonline e noicontrotutti). Il Pubblico Ministero aveva chiesto 3 anni e mezzo per l’associazione a delinquere ma il Giudice è stato di diverso avviso, restituendo il terzetto, impunito, ai loro ‘affari’. Sui quali, evidentemente, quel Giudice non è informato. Questa sentenza è una ulteriore conferma che la Magistratura che ci ritroviamo in Italia serve solo a sè stessa. E sempre più spesso anche ai delinquenti

Su

commenti su “Orlacchio&C, a Latina la Dea non è bendata ma proprio cecata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *