Lotta alle truffe? No, eliminarne ogni traccia
Condividi
FacebookTwitterWhatsAppGoogle+Yahoo BookmarksBlogger PostEmailCondividi

Con la recentissima scelta di cancellare, appena rivelata la truffa, ogni traccia delle transazioni, eBay fa un ulteriore passo avanti nella copertura dei mascalzoni che affliggono la piattaforma. Assolutamente indisponibile a qualsiasi misura che potrebbe limitare e truffe, il management italiano si preoccupa unicamente di cancellarne ogni traccia, arrivando addirittura a censurare gli avvisi che utenti volenterosi ed esperti postano nei suoi Forum e in Domande&Risposte.

Grazie a questa politica, l’acquirente truffato che, sino a qualche giorno fa, non aveva alcun tipo di supporto da eBay, oggi si trova privato anche della possibilità di presentare una denuncia circostanziata. Il caso più recente riguarda la truffa lancianese dippielle, provate a guardare qui: tutte le aste sono scomparse, il thread che avvisava per tempo del pericolo, rimosso.

annullata

Le vittime non potranno neanche riferire per quale oggetto sono stati truffati, in che data, da chi (in realtà abbiamo salvato tutto noi, basta chiedere). Questo é un comportamento di oggettiva complicità con i truffatori, un comportamento che meriterebbe di essere pesantemente sanzionato dallo Stato italiano e condannato dai media che, invece, seguono una vergognosa politica di omertà su tutti i disastri che eBay sta facendo all’Italia.

E’ per combattere questa omertà che il nostro Camper per la legalità online sta percorrendo il paese per far conoscere direttamente alla gente quello che avviene su eBay.it e nel web italiano.

Sulle pareti del camper campeggia l’avviso che eBay.it é il più grande sito di truffe online d’Europa e lo slogan ‘Quello che eBay fa all’Italia é vergognoso ma quello che l’Italia non fa ad eBay lo é ancora di più’.

almeria_02

Sui tre lati un testo descrive sinteticamente il disastro del commercio online italiano: ‘Ogni giorno su eBay.it centinaia di persone vengono truffate. Ogni giorno su eBay.it si praticano impunemente la sostituzione di persona, la  falsificazione di documenti, il commercio di feedback, le lotterie clandestine, il bagarinaggio, l’evasione fiscale. Ogni giorno attraverso eBay.it interi container di Rolex, Dolce&Gabbana, Vuitton, Gucci, Nike, Chanel, Levis, Abercrombie, Birkin, Oreàl, film, musica e software contraffatti invadono l’Italia e l’Europa. Ogni giorno eBay.it, attraverso PayPal, amministra, a sua totale discrezione, milioni di euro degli utenti italiani senza darne alcun conto sia alle Autorità italiana che agli stessi clienti. Nonostante ciò, gode della simpatia della Polizia Postale che, con le sue sponsorizzazioni, garantisce agli Italiani l’onestà e la sicurezza di eBay.it, il più grande sito di truffe online d’Europa’.

Ne abbiamo già parlato qui  e qui 

Il viaggio é iniziato a Gibilterra il 26 Dicembre, facendo sosta nelle principali città spagnole e francesi. Arrivato in Italia ai primi di Gennaio, sta battendo a tappeto le città grandi e piccole del Centro Italia. Sino ad oggi ha sostato a Savona, Genova, La Spezia, Massa Pisa, Siena, Arezzo, Firenze, Prato. Le prossime tappe saranno in Emilia e Lombardia

arezzo_001 arezzo_002 firenze_001 firenze_011 firenze_012 firenze_013 firenze_020_1 firenze_022_1 firenze_026_1 firenze_031_1 genova3_1 genova_05_1 passo_del_bracco_12_1  genova_05_1 la_spezia_02_1 la_spezia_05_1 la_spezia_06_1 massa_1

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri Sconsigli via email? Clicca qui

eBayabuse è una iniziativa no-profit, senza pubblicità, senza sponsor. A causa dei continui attacchi DDoS siamo costretti ad utilizzare un hosting specializzato che ci costa 600 Dollari all'anno.
Se questo sito ti è stato utile e vuoi ritrovarlo online alla tua prossima visita, aiutaci con un contributo di anche pochi Euro. Puoi farlo con Paypal donando ciò che vuoi sulla email sostienieab@gmail.com con causale 'Sostegno eab'

Su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *